La Nuova Petiliana si dà al calcio femminile. Parteciperà alla Serie D

Gallo e Genova, Nuova Petiliana
Gallo e Genova, Nuova Petiliana
- 16987 letture

Altra novità importante a livello calcistico a Delia. La coppia Tonino Genova - Lillo Gallo, dopo aver annunciato l'iscrizione al campionato di Terza categoria della Nuova Petiliana, che sancisce il ritorno del calcio giocato a Delia dopo sei lunghi anni, comunica che quest'anno la Nuova Petiliana parteciperà alla Serie D femminile di Calcio a 5. Si allargano, quindi, sensibilmente gli orizzonti della Nuova Petiliana che va così oltre il settore giovanile e la prima squadra in Terza categoria. Un'esperienza nuova per Genova e Gallo ma sicuramente stimolante. Non una novità assoluta a Delia ma anche in questo un gradito ritorno.

Commenta Lillo Gallo: "Il calcio a 5 femminile è un'altra scommessa per noi. È da un paio di anni che cerchiamo di realizzare un gruppo femminile, ma per varie situazioni non siamo riusciti a far partire il progetto. Quest'anno sono state le ragazze ad averci contattato e noi, dopo un paio di riunioni, abbiamo accolto con entusiasmo questa nuova avventura con un progetto pluriennale viste le strutture a disposizione".

Presidente e allenatore, Genova ci dice invece: "È la mia prima esperienza da allenatore di una squadra femminile ma accetto con entusiasmo questa nuova sfida che mi permetterà di allargare i miei orizzonti calcistici. Avrò l'onore di lavorare con un gruppo di ragazze particolarmente affiatato di cui alcune militanti in serie A. Questa squadra sarà la ciliegina sulla torta del progetto Nuova Petiliana Delia. Spero funga da stimolo per le ragazze più giovani che vogliono intraprendere l'attività calcistica. Per Delia sarà un anno ricco di eventi sportivi e mi auguro che il paese risponda positivamente".

Queste le ragazze che già hanno aderito al progetto Nuova Petiliana: Chiara Indorato, Debora Alotta, Fabiola Failla, Giusy Monaco, Lucilla Mosca, Mariella Genova, Melissa Bruno, Ofelia Buggea, Selenia Monaco, Simona Lo Grasso.

Sebastiano Borzellino