Canicattì. Catania: in Coppa zero calcoli. Vincere per i nostri tifosi

Seby Catania, Canicattì
Seby Catania, Canicattì
- 10512 letture

Esordio casalingo domenica per il Canicattì che al "Carlotta Bordonaro" affronterà il Kamarat in una partita già non banale. Infatti, dopo l' 1 a 1 dell'andata, il discorso qualificazione è apertissimo. Per mister Seby Catania, da quest'anno alla guida del Canicattì dopo le stagioni alla Sicula Leonzio", "Il risultato dell'andata non fa testo, non lo dobbiamo guardare. Vogliamo e dobbiamo vincere per i nostri tifosi. E ci sono tutti i presupposti per fare bene. Infatti la squadra sta bene, i ragazzi hanno lavorato tanto, bene e intensamente e inoltre abbiamo recuperato Attardo, Tedesco e Cimino (quest'ultimo ha scontato la squalifica). Tutta la rosa è disponibile e so che tutti i ragazzi si faranno trovare prontissimi. Ci sono tutti gli elementi per fare una grande partita".

Con Catania siamo andati anche oltre parlando dei possibili obiettivi biancorossi soprattutto dopo che la dirigenza ha detto pubblicamente di puntare ai playoff. Il tecnico lentinese spiega però che "Non parlo mai di obiettivi, mi piace vivere alla giornata. Posso solo dire che abbiamo 30 partite davanti a noi e le vivremo tutte come delle finali. Ogni partita sarà una battaglia e le somme le tireremo alla fine. Non ci poniamo limiti".

Di una cosa però Catania è sicuro e ci tiene a dirlo chiaramente e fortemente: "Canicattì è una piazza bellissima. Sono rimasto affascinato dalla città, dalla società, dai tifosi. Ecco, mi sento di dire una cosa. Dalla nostra parte abbiamo qualcosa che hanno in pochi: i tifosi. Faremo l'impossibile per non deluderli"

Sebastiano Borzellino